Flash VS Html5

Flash VS HTML5: quando il primo sarà surclassato dal secondo?

Il Flash, sviluppato da Adobe, ha sempre sbalordito grazie alla sua enorme versatilità. Grazie a questo linguaggio, è stato possibile creare animazioni o interi siti web interattivi. Ma cosa ci riserva il futuro? Con l'apparizione delle nuove tecnologie basate su Html5 e Css3 uniti all'uso del JavaScript, è possibile già da adesso (e lo sarà ancora di più in futuro), sostituire flash nei campi dove ha da sempre primeggiato:

  •  Fruizione di video on line
  •  Interi siti web
  •  Banner Pubblicitari

I video nel web

Senza perdere troppo tempo nell'analisi del funzionamento del Flash e dell'Html5, in quest'ambito il primo è ancora largamente usato e il motivo è semplice: troppi sono ancora i problemi, principalmente di incompatibilità codec audio\video, in cui si incorre con l'uso dell'Html5 a scapito del Flash. Per questo motivo, tutt'oggi è largamente usato e sicché non saranno risolte le difficoltà nell'uso del linguaggio Html5, difficilmente quest'ultimo sostituirà il linguaggio di Adobe.

Siti web e Banner Pubblicitari

Al contrario dei video, i siti web in flash sono ormai destinati al declino. Vengono ancora utilizzati per le brochure di grandi marchi di moda o automobilistici che puntano soprattutto a immagini e video per colpire l'attenzione dei potenziali clienti.

Per i siti web e banner in Html5 la qualità raggiunta ha ormai reso possibile la totale sostituzione dei vecchi sistemi basati sul Flash. Tra i vantaggi, sono sicuramente i più importanti:

  •  La possibilità che i contenuti vengano ben indicizzati dai motori di ricerca.
  •  Non è necessario che l'utente installi plugin per poter visualizzare i contenuti.
  •  Il peso dei contenuti è significativamente molto più leggero, il che permette caricamenti rapidi, e un maggior gradimento da parte degli utenti (e anche dei motori di ricerca).

Un ulteriore sberla è arrivata dal settore mobile

Una spinta verso l'uso di queste nuove tecnologie è stata data dal settore mobile che ha effettivamente bandito il supporto flash sui dispositivi come smartphone e tablet: la prima fra tutte è stata la Apple con i sistemi iOS, seguita da Microsoft con i Windows Phone, per finire con Google con la sua piattaforma Android che, a partire dalla versione 4.0, non supporta più il Flash.

La stessa Adobe sta cambiando rotta e ha già bloccato i futuri sviluppi del plug-in Flash per mobile e ha creato due nuove piattaforme, una che serve a sviluppare animazioni tramite i nuovi standard web (Adobe Edge) e un'altra che serve a convertire i vecchi lavori flash in html5 (Wallaby).

Joomla lavora in Html5

Joomla è un component management system pronto per installare, ad esempio, template in html5. Cosa comporta ciò? Significa avere un sito web all'avanguardia, 100% compatibile con i dispositivi mobile senza dover perdere tempo nella configurazione, sia in fase di sviluppo, che in fase di aggiornamento: con l'html5 infatti, è possibile rendere le pagine web del proprio sito responsive, ovvero che adattino automaticamente il layout per fornire una visualizzazione ottimale in funzione dell'ambiente nei quali vengono visualizzati (pc su desktop con diverse risoluzioni, tablet, smartphone, cellulari di vecchia generazione, web tv) riducendo al minimo all'utente la necessità di ridimensionamento e scorrimento, in particolare quello orizzontale (molto fastidioso).

In conclusione, io ho scelto Joomla e l'Html5 per lo sviluppo dei miei siti web. Volete fare una prova? Ridimensionate la finestra del vostro browser: MonsterWeb.it è un sito html5 responsive, che adatta automaticamente il suo contenuto alla dimensione della finestra del vostro browser e allo stesso modo si ridimensiona con l'utilizzo dei diversi dispositivi mobile!